I megaliti di Elles, Tunisia
LA CULTURA MEGALITICA           TRA TUNISIA E ALGERIA
Il Nord Africa è identificato archeologicamente con le culture classiche ma pochi conoscono il suo immenso patrimonio preistorico. Qui proponiamo a studiosi e amanti della preistoria un tour inedito tra Algeria e Tunisia, che concentra i siti più significativi di questa cultura straordinaria. Dai piccoli houanet scavati nella roccia, ai grandi e compressi  di Elles, per finire con l'immensa necropoli di Bou Noura, un viaggio attraverso la preistoria del Nord Africa.
1° giorno TUNISI
Arrivo e accoglienza all'aeroporto di Tunisi. Sistenmazione in hotel, cena e pernottamento.
2° giorno TUNISI - TUBURBO MAIUS - HAMMAMET
Partenza dopo la prima colazione via Tuburbo Maius, per Hammamet. Visita del sito archeologico di epoca romana, quindi proseguimento per Hamammet per la visita dei suoi famosi houanet, tombe ipogee risalenti al I millennio a.C. Al termine sistemazione in hotel , pensione completa.
3° giorno HAMMAMET - MAKTAR - LE KEF
Partenza in mattinata per Maktar, dove oltre alla bella città romana, vi sono numerosi monumenti megalitici: insieme ad Elles è la zona più ricca di dolmen. Dopo le visite proseguimento per Le Kef e sistemazione in guest house. Pensione completa.
4° giorno LE KEF - ELLES - TABARKA
In mattinata partenza per Elles, un sito straordinario dove vi sono, in ottimno stato di conservazione,.. numerosi dolmens, in tutto, in tutto 74. Dell'antica città di epoca romana invece non rimane più nullavisto che il nuovo abitato è stato costruito praticamente sopra al sito e i blocchi antichi serviti per la costruzione degli edifici moderni.
Pranzo al sacco. Nel pomeriggio partenza per Tabarka, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
5° giorno TABARKA -TIDDIS - CONSTANTINE
Partenza per la frontiera algerina e disbrigo delle formalità. Quindi proseguimento per Constantine con sosta a Tiddis, dove si visita l'agglomerato romano che insiste su un villaggio berbero. Sull'altopiano vi sono i primi domen che andiamno a visitare in quello che oggi è il territorio algerino. Al termine prosguimento per Constantine, sistemazione in hotel. Pensione completa.
6° giorno CONSTANTINE - BOU NOURA - ROKNIA - CONSTANTINE
Dopo la colazione partiamo per un breve trasferimento per andare a vedere quella che era la più estesa necropoli megalitica dell'Africa: Bou Noura. Si contavano dai 3 ai 4000 monumenti e oggi ne rimangono comunque moltissimi. La strattura non è quella che abbiamo visto fino ad oggi a Maktar o a Elles: qui le dimensioni sono decisamente più ridotte e tutte le strutture hanno una sola camera.   Quindi proseguiamo per Roknia, famosa per la sua valle di domens. E' interessante la testimonianza di un professore dell’Università di Brown tale Alpheus S. Packard, che si recò in Algeria nel 1901.
Nel suo viaggio infatti il professore e un amico, si recarono a Guelma e qui, avute notizie dell’immensa necropoli, si organizzarono per una visita. Partirono a cavallo percorrendo sei miglia attraverso un
paesaggio collinare, caratterizzato da villaggi e fattorie berbere. Il vasto cimitero apparve ai loro occhi a circa 2000 piedi di altitudine, con le tombe disseminate qua e là, sotto l’ombra di alberi di
pistacchio. Oggi non è cambiato molto qui, se non per i vasti campi coltivati, ma i numerosi piccoli dolmen e strutture del tipo haouanet si nascondono ancora tra la vegetazione. Il paesaggio è bucolico, il silenzio sembra quasi portare rispetto a questa cultura che qui decise di seppellire i suoi cari. Al termine della visita rientro a Constantine, cena e pernottamento.
7° giorno CONSTANTINE -- TAXAS - LAMBESE - TIMGAD - CONSTANTINE

Partenza di prima mattina per Constantine, attraverso la regione degli chott, laghi salati. 66 km a sud di Constantine, vi è la necropoli megalitica di Taxas, con domen e tombe circolari anche di dimensioni notevoli. Proseguimento quindi per Lambese per ammirare l'antica fortezza legionaria della provincia romana d'Africa proconsolare, posizionata in Numidia a nord dei monti dell'Aurès, di fronte alle tribù berbere dei Getuli. Fu prima forte ausiliario sotto i Flavi, e sotto Traiano divenne fortezza della III Legio Augusta, fino alla conquista dei Vandali. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio escursione a Timgad, l'antica colonia romana di Thamugadi, fondata dall'imperatore Traiano nell'anno 100 con manodopera militare.

La città venne edificata praticamente dal nulla come colonia militare con lo scopo principale di creare un bastione contro i Berberi del Massiccio dell'Aurés. Per questo in origine essa venne abitata da veterani dell'esercito cui vennero assegnate terre in cambio degli anni di servizio militare prestato.

Collocata lungo la strada fra Thevaste e Lambese, la città fu cinta di mura; progettata per una popolazione di 15.000 abitanti, ben presto crebbe al di fuori di ogni controllo e si sviluppò caoticamente, senza rispettare la planimetria ortogonale della fondazione originale.

Fra le rovine di Timgad sono comunque perfettamente visibili il decumano e il cardo, affiancati da un colonnato corinzio parzialmente restaurato. Nella parte terminale ovest del decumano sorge il cosiddetto arco di Traiano, alto 12 metri, probabilmente in origine una porta cittadina, monumentalizzata in epoche successive. Molti gli edifici pubblici conservati della città: una basilica, una biblioteca, quattro terme ed un teatro da 3.500 posti a sedere, in ottime condizioni di conservazione, tanto che ancor oggi viene utilizzato per rappresentazioni teatrali. A Timgad si trovano inoltre un tempio dedicato a Giove Capitolino (grande quasi come il Pantheon di Roma), una chiesa quadrata con abside circolare risalente al VII secolo, e una cittadella bizantina costruita negli ultimi giorni della città. Anche Timgad è entrata a far parte dell'elenco dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. In serata rientro a Constantine, cena e pernottamento in hotel.

8° giorno CONSTANTINE - DJAMILA - ALGERI
Prima colazione e partenza per la città romana più bella dell'Algeria, come un tappeto si srotola sulla sommità delle colline grigie e brulle che caratterizzano il paesaggio: è l’antica Cuicul. visita alle rovine e allo straordinario museo, dove le pareti sono ricoperte dei mosaici strappati da ville e monumenti pubblici della città. Pranzo in loco e nel pomeriggio proseguimento per  Algeri. All’arrivo sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.
9° giorno ALGERI
Intera giornata dedicata alla visita della capitale, la ciità bianca, con i suoi viali, i suoi palazzi francesi, e  gli edifici di architettura moresca. Al mattino visita del museo archeologico, che raccoglie i migliori esempi di arte romana e bizantina. Nel pomeriggio si andrà alla scoperta degli antichi palazzi ottomani della Casbah, il nucleo antico della città.  Cena in ristorante tipico e pernottamento in hotel.
10° giorno ALGERI - partenza 
Dopo la prima colazione partenza per l'aeroporto.