oasi Tunisia trenino delle gole di Selja
ARCHEOLOGIA E OASI
10 giorni / 9 notti

1° giorno – TUNISI
Arrivo all'aeroporto di Tunisi-Cartagine, assistenza ed incontro con la guida locale, trasferimento in hotel 4 *, cena e pernottamento.

2° giorno – TUNISI / BULLA REGIA / DOUGGA / TUNISI – Km. 360
Prima colazione e partenza per Bulla Regia, antica città romana elevata al rango di colonia sotto Adriano (117-138). Visita ai numerosi monumenti ed in particolare ai quartieri della città sotterranea, esempio unico di architettura. Partenza per Dougga per la visita alle importanti rovine dell'antica Thugga che sono fra le meglio conservate del Magreb. Rientro in albergo a Tunisi, cena e pernottamento.

3° giorno – TUNISI / THUBURBO MAJUS / MAKTAR / KAIROUAN – Km. 280
Dopo la prima colazione, partenza per Thuburbo Majus, città romana che raggiunse il suo apogeo sotto gli Antonini. Le rovine rimaste sono imponenti e comportano i più bei pezzi di mosaico della Tunisia. Proseguimento per Maktar, antica Mactaris che fu promossa al rango di colonia nel 180 da Marco Aurelio. Oggi le sue rovine sono fra le più interessanti della Tunisia; oltre ai molteplici monumenti, una "Scola" e diverse Basiliche Cristiane. Dopo la visita partenza per Kairouan, cena e pernottamento all'hotel Kasbah .

4° giorno – KAIROUAN / SBEITLA / KASSERINE / THELEPTE / TOZEUR – Km. 345
Prima colazione e visita ai monumenti islamici di Kairouan, la Grande Moschea, il Mausoleo del Barbiere, i bacini degli Aglabiti. Partenza per Sbeitla per la visita dell'antica Sufetula, di cui restano importanti vestigia : un Arco di Trionfo, tre templi di aspetto maestoso dedicati alle tre divinità del Campidoglio, le Terme, un Teatro, grandi Basiliche Cristiane decorate di mosaici ed un antico acque- dotto sostenuto da tre archi. Proseguimento per Kasserine, antica Cillium, le cui rovine occupano il versante di una collina; il monumento più importante è il Mausoleo dei Flavii sulla cui facciata principale è inciso un poema di 110 versi in onore a Flavio Secondo. Proseguimento verso Gafsa e Tozeur, a 30 km. circa dopo Kasserine, si incontra il villaggio di Thelepte, dove per più d'un chilometro, si estendono delle rovine confuse di una "vecchia città" che raggiunse la sua importanza in particolare in epoca cristiana poiché fu la patria di San Fulgenzo (467-533). In serata, arrivo a Tozeur, antica Thuzuros, cena e pernottamento in hotel.

5° giorno – TOZEUR / CHEBIKA / TAMERZA / NEFTA / TOZEUR – Km. 175
Dopo la prima colazione, partenza in fuoristrada climatizzate per una suggestiva escursione alle oasi di montagna sulle pendici della catena del Jebel en-Negueb. I tre villaggi esistevano già in epoca numida e facevano parte della linea difensiva nota come Limes Tripolitanus. Chebika : antica Ad Speculum romana, situata sulle pendici del versante meridionale della catena montuosa e affacciata sul chott el-Gharsa. L'oasi ha origine dallo wadi Khanga, che si insinua attraverso una profonda gola in cui scorre un torrente ricco di laghetti e cascatelle. Tamerza : antica Ad Thurres, che trae le proprie risorse idriche da una sorgente presso il vecchio e suggestivo villaggio abbandonato, i datteri prodotti dal palmeto sono fra i più buoni di tutta la Tunisia. Mides : antica Madès, il vecchio villaggio abbandonato sembra come sospeso su profondi canyon a pareti verticali che lo circondano dai tre lati. Rientro a Tozeur e proseguimento in pullman per Nefta, rigogliosa oasi che conta più di 400.000 palme irrigate da 150 sorgenti. Famosa la sua "Corbeille" profondo avvallamento pieno di palme che si puo' ammirare da una delle terrazze degli alberghi che la sovrastano. Ritorno a Tozeur, tempo libero nella vecchia Medina. Cena e pernottamento in hotel. In serata visita al museo etnologico di Dar Cherait.

6° giorno – TOZEUR / GAFSA / SFAX - Km. 285
Prima colazione e partenza alla volta di Gafsa e Sfax; seconda città della Tunisia ed antica Taparura, di cui esistono solo vaghe vestigia poiché il materiale servi' alla costruzione delle alte ed imponenti mura della Kasbah e della Moschea. Visita al museo che conserva dei reperti archeologici rinvenuti nei dintorni. Tempo permettendo, visita ad un antico palazzo borghese del XVII secolo adibito a museo delle arti e tradizioni popolari. Cena e pernottamento in hotel.

7° giorno – SFAX / EL JEM / SOUSSE / HAMMAMET – Km. 210
Dopo la prima colazione, partenza alla volta di El Jem. Visita al museo che conserva dei magnifici pavimenti di mosaico provenienti dalla regione, l'edificio stesso è la ricostruzione di una villa romana scoperta sul sito dell'antica Thysdrus. Visita, inoltre, al magnifico anfiteatro romano, tipo colosseo, il più grande di tutta l'Africa. Proseguimento per Sousse, antica Hadrumete, che fu fondata, pare, da marinai fenici nel IX s. a. C. Visita al museo che si trova proprio ai piedi delle mura della grande Kasbah, la sua collezione di mosaici, anche se meno importante di quella del Bardo, comprende comunque degli autentici capolavori. Partenza per Hammamet, cena e pernottamento in hotel.

8° giorno – HAMMAMET / KERKOUAN / TUNISI – Km. 200
Prima colazione e partenza alla volta di Kerkouan, via Nabeul, nota per il suo artigianato di ceramiche e Kelibia, antica Clupea. Arrivo a Kerkouan, città punica che fu fondata probabilmente nel V s.a.C. e abbandonata in seguito, durante la prima guerra punica. Interessanti le abitazioni dotate ciascuna di una stanza da bagno individuale e provvista di "vasca su zoccoli" di tipo greco. Partenza per Tunisi, cena e pernottamento in hotel.

9° giorno – MUSEO DEL BARDO / CARTAGINE / SIDI BOU SAID – Km. 60
Dopo la prima colazione, visita al Museo Nazionale del Bardo, noto per la bellissima collezione di mosaici romani, una delle più importanti del mondo. Visita della Medina di Tunisi con i suoi coloratissimi Souk. Proseguimento per Cartagine, visita delle rovine : il teatro, l'anfiteatro, il Museo e le vestigia della collina della Byrsa, le terme di Antonino, i porti punici ed il tophet. Continuazione e visita al tipico villaggio di architettura arabo-moresca di Sidi Bou Said. Rientro in albergo a Tunisi, cena d'addio in un ristorante tipico nella Medina. Pernottamento.

9° giorno – TATAOUINE / KSAR OULED SOLTANE / GUERMESSA / GIGHTIS / ZARZIS – Km. 220
Dopo la prima colazione partenza per la visita a Ksar Ouled Soltane, che vanta les Ghorfas più belle del sud tunisino. I granai si dividono attorno a due cortili e le stanze sovrapposte raggiungono i 4 piani. Ritorno a Tataouine per partire alla volta di Guermessa, il sito dal paesaggio selvaggio, è uno dei più belli della regione. Proseguimento per Gightis, visita delle rovine. Probabilmente fondata dai Fenici, fece parte, all'epoca cartaginese, di questa catena di colonie, emporias, sparse sul coste della grande e della piccola Syrte. La sua posizione in fondo al golfo quasi chiuso di Bou Grara, assicurava un'ottima sicurezza alla flotta Cartaginese ed essendo situata sulla via che univa Cartagine a Leptis Magna, fu uno dei principali fattori del suo sviluppo. Nel 46 a. C. Cesare l'integro' all'Africa Nova. Le rovine oggi esistenti sono sparse su una superficie di circa 50 ha e sono danneggiate dal vento e dalle intemperie : Terme, Foro, Tempio dedicato a Liber Pater (Bacco), mercato. Continuazione per Zarzis, cena e pernottamento in hotel.

10° giorno – PARTENZA
Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto, assistenza per le formalità d'imbarco e partenza.